mercoledì, settembre 05, 2012

Come gestire i sette principali sintomi, dolori e fastidi della gravidanza - Crampi alle gambe

Nessuno sa con certezza perché le donne in gravidanza siano maggiormente soggette a crampi. E' possibile che i muscoli si affatichino nel portare il peso in più del bambino. Un'aggravante può essere la pressione esercitata dall'utero sulle vene che riportano il sangue dalla parte bassa del corpo verso il cuore o sui nervi che vanno dal tronco alle gambe.

Di solito i crampi cominciano dal secondo trimestre e possono peggiorare con l'aumento di volume della pancia.I crampi notturni sono i più fastidiosi dato che disturberanno non poco il vostro sonno.

Cosa è possibile fare per prevenire i crampi?
  • Evitare di stare sedute con le gambe incrociate per lungo tempo
  • fate strething cercando di allungare i muscoli dei polpacci diverse volte al giorno e prima di coricarvi
  • muovete le gambe e le dita dei piedi mentre siete sedute a tavola o mentre guardate la TV
  • fate una passeggiata ogni giorno almeno finché il vostro medico non vi consigli di non fare esercizio fisico
  • Cercate di bere molta acqua (almeno 8 bicchieri al giorno)
  • Provate un bagno caldo prima di andare a dormire (rilassa i muscoli)
Alcune ricerche suggeriscono che l'assunzione di integratori di magnesio e di altre vitamine possono aiutare a prevenire i crampi alle gambe durante la gravidanza. Altre ricerche sembrano invece suggerire che il magnesio non ha alcun effetto sulla frequenza dei crampi. Ad ogni modo consultate il vostro medico prima di prendere qualsiasi integratore.
Alcuni sostengono che la presenza di crampi sia un indicatore di un basso livello di calcio e che un supplemento di questo sale minerale aiuti a risolvere il problema: alcune ricerche mirate hanno dimostrato che in realtà non ci sono differenze nella frequenza di crampi tra donne alle quali era stato somministrato calcio e donne che avevo assunto solo dei placebo.

Cosa fare quando arriva un crampo
La cosa da fare subito è allungare il muscolo: stendete la gamba, il calcagno prima e delicatamente piegate le dita verso lo stinco. Fa male, certo, ma gradualmente lo spasmo rallenterà e andrà via.
Potete provare a rilassare il crampo massaggiando il muscolo o scaldandolo con un panno caldo. Può aiutare anche camminare per qualche minuto.

E se il dolore non va via?
Se il dolore muscolare non è occasionale ma continuo oppure se notate gonfiore, arrossamento, indolenzimento o sentite la zona muscolare calda chiamate il vostro medico perché questi possono essere segnali di un embolo o coaugulo del sangue che richiede immediate cure. 
Posta un commento