martedì, settembre 04, 2012

Come gestire i sette principali sintomi, dolori e fastidi della gravidanza - Bruciore di stomaco

Forte bruciore al petto dopo mangiato? Potrebbe essere dovuto al reflusso gastroesofageo. Per molte donne questo problema si presenta per la prima volta durante la gravidanza. il reflusso. Causa una sensazione di bruciore che spesso si estende fino alla gola. E' provocato dai cambiamenti ormonali e fisici che stanno avvenendo nel vostro corpo. Durante la gravidanza la placenta produce un ormone chiamato progesterone che aiuta a rilassare i muscoli lisci dell'utero. Inoltre causa anche il rilassamento della valvola che separa l'esofago dallo stomaco dando così la possibilità agli acidi gastrici di risalire, il che causa quella fastidiosa sensazione di bruciore.
Sempre il progesterone provoca il rallentamento dei movimenti ondulatori naturali del nostro esofago e intestino, rendendo la digestione difficoltosa. Più il bambino cresce nella vostra pancia, più aumenterà la pressione esercitata sullo stomaco e quindi il reflusso verso l'esofago. Molte donne infatti cominciano ad avere problemi di questo tipo nella seconda metà della gravidanza.

Cosa è possibile fare per alleviare il problema?
  • Eliminate cibi e bevande che provocano stress gastro-intestinale. I soliti sospetti ricadono su bevande alcoliche, caffeina, cioccolato, cibi acidi (come limoni, arance, pomodori, aceto, spezie, fritture o cibi grassi)
  • Non mangiare troppo in un solo pasto. Meglio piccoli spuntini distribuiti nell'arco della giornata. Mangiare con calma masticando molto
  • Evitare di bere troppo durante i pasti. E' bene bere almeno 8 bicchieri d'acqua al giorno durante la gravidanza, ma è meglio evitare durante i pasti
  • Non mangiare poco prima di coricarsi. Datevi due o tre ore di tempo per digerire prima di andare a letto
  • dormite faccia in su con due cuscini sotto la testa. Tenere il corpo in questa posizione sfavorisce la risalita degli acidi gastrici
  • prendi il peso necessario indicato dal tuo medico
  • indossa abiti comodi evitando quelli stretti intorno alla vita
  • non fumare perché il fumo (oltre a tutti gli altri problemi che provoca e ad essere vietato in gravidanza) aumenta anche l'acidità gastrica
  • Alcuni antiacido possono aiutare ma è sempre meglio consultare il proprio medico prima di assumerli

Posta un commento