martedì, settembre 04, 2012

Come gestire i sette principali sintomi, dolori e fastidi della gravidanza - Emorroidi

Le emorroidi sono un problema comune durante la gravidanza specialmente nel terzo trimestre. Alcune donne cominciano a soffrirne per la prima volta appena restano incinte. E se già ne soffrite prima della gravidanza molto probabilmente ne soffrirete anche durante. Si presentano spesso anche nel primo post-parto. In molti casi le emorroidi che si sono sviluppate nel periodo della gravidanza spariranno dopo la nascita soprattutto se non avrete problemi di stitichezza.

Perché sono molto comuni durante questo periodo?
La gravidanza predispone le donne alle emorroidi, come alle vene varicose alle gambe per svariati motivi. L'utero che cresce aumenta la pressione delle vene nell'area pelvica e della vena cava. Questo può rallentare il ritorno del sangue dalla parte bassa del corpo, il che crea un incremento di pressione sulle vene sotto l'utero: è questo aumento di pressione che può causarne dilatazione e gonfiore.

La stitichezza è un altro problema durante la gravidanza che aggrava le emorroidi.

In aggiunta l'aumento di progesterone nel sangue causa il rilassamento delle pareti delle vene permettendogli di dilatarsi più facilmente. L'ormone progesterone favorisce inoltre la stipsi rallentando il transito intestinale.

Come è possibile evitare le emorroidi?
Ecco alcuni modi per sfuggire a questo fastidioso problema:
  • evitare quanto più possibile la stitichezza. Avere una dieta ricca di fibre è fondamentale, bere molta acqua (almeno 8 bicchieri al giorno), fare esercizio regolare (anche passeggiare è ottimo)
  • evitare gli sforzi nel tentare l'evacuazione ed evitare di stare troppo seduti sul water
  • fare esercizi per rinforzare i muscoli dell'area pelvica.
  • evitare di stare sedute per troppe ore. Se il vostro lavoro richiede di stare sedute, alzatevi ogni ora e muovetevi per almeno 5 minuti. A casa dormite, leggete o guardate la tv stando sdraiate sul lato sinistro per allentare la pressione sulle vene rettali e facilitare il ritorno del sangue dalla parte bassa del corpo
Che altro è possibile fare per avere un po' di sollievo?
  • Applicare ghiaccio (coperto da un panno) diverse volte al giorno
  • Restare immersi nella vasca da bagno in acqua tiepida per 10-15 minuti un paio di volte al giorno
  • pulirsi con prodotti umidificati può dare sollievo in alcuni casi
  • farsi dare un anestetico per uso topico in farmacia: in ogni caso è meglio consultare il proprio medico prima di usare questi prodotti perché in alcuni casi potreste peggiorare la situazione
Se nonostante questi accorgimenti la situazione non migliora, oppure peggiora o notate sanguinamenti è meglio consultare il proprio medico
Posta un commento